Presentazione Legal Logger GDPR Suite

Legal LoggerSOLD OUT!!! I POSTI A DISPOSIZIONE SONO TERMINATI. COMPILA COMUNQUE IL FORM IN FONDO E DACCI IL CONSENSO  PER ESSERE INFORMATO DEI PROSSIMI EVENTI

Martedì 10 Dicembre 2019 ore 14:30- 18:00 C/O Alchime Digitali, VIa Rainusso 110  a Modena

CORSO DI FORMAZIONE GRATUITA

 

  • Legal Logger Neo GDPR
  • Legal Logger Inventory
  • Inventario e discovery della rete aziendale
  • Analisi delle vulnerabilità e delle anomalie
  • Registrazione dei log di sistema Monitoraggio intelligente degli access
  • Marcatura e cifratura dei log per una compliance completa
CONDURRA’ LA PRESENTAZIONE IL DOTT. ROMANO RAPALLINI, UNO DEGLI SVILUPPATORI DEL SOFTWARE.
INTRODUCE SUFFRITTI PER.IND. PIETRO SUL TEMA DEL RAPPORTO TRA DOCUMENTO DIGITALE E PROVA INFORMATICA
L’evento si terrà martedì 10 Dicembre dalle 14:30 alle 18:00.

A chi si rivolge
A responsabili CED, ai DPO – Data Protection Officer, consulenti privacy, addetti alla gestione dei dati personali e chiunque voglia formarsi sul tema. 

Costo
La partecipazione all’evento è gratuita previa registrazione tramite il form in questa pagina.

Dove
C/o Alchimie Digitali – Rivenditore Legal Logger Suite – Via Elia Rainusso 110 Modena

L’EVENTO

Legal Logger Suite GDPR comprende le due soluzioni Legal Logger:
L. L. Inventory e L. L. NEO GDPR
L. L. Inventory è
  • un network scan software per effettuare l’inventario e l’audit della rete
  • funziona senza la necessità di installare agenti o software di terze parti ed è compatibile con sistemi Ms Windows, Unix, Linux, BSD, Apple e Android

L. L. NEO GDPR è

  • la soluzione per registrare i log degli eventi di sistema e monitorare gli accessi ai dati personali
  • viene fornito come virtual o phisical applicance e si integra perfettamente in qualsiasi rete organizzativa.
  • aiuta gli Amministratori di Sistema e gli IT manager a controllare gli accessi ai sistemi e ad analizzare gli eventi dei dispositivi monitorati.
Legal Logger Suite GDPR aiuta gli Amministratori di Sistema e gli IT manager a gestire la rete dell’organizzazione, mentre gli esperti Privacy e i Data Protection Officer (DPO) possono trarre importanti vantaggi durante la fase di audit GDPR (ispezione sistematica, documentata e indipendente) e durante i processi legati alla Valutazione di Impatto DPIA e la gestione dei Data Breach

 

PROGRAMMA DEL CORSO

14:30 REGISTRAZIONI

  • Introduzione di Per. Ind. Suffritti
  • Discovery di rete
  • Sistemi operativi e Software
  • DIspositivi connessi (e i dispositivi mobili?)
  • Audit e report

16:15 COFFEE BREAK

  • Cosè Legal Logger
  • Cosa controlla Legal Logger
  • Come lo fa.
  • Legal Logger è Sicuro?
  • tavola rotonda con i partecipanti

18:00 FINE DEI LAVORI

Partecipa all’evento

Il corso è gratuito, ci farebbe piacere avere la possibilità di proporti anche le prossime notivà in ambito ict, di conseguenza ti chiedo la cortesia di apporre la spunta (non obbligatoria per partecipare) nel checkbox qui sotto.
Leggi l'informativa

Vuoi saperne di più su questo software? Clicca qui

La Sorveglianza in ambito GDPR e Privacy

Cosa si intende per Sorveglianza

Chiunque desideri dare prova della preopria aderenza ad un determinato regolamento, dall’accountability in ambito GDPR, fino alle certificazioni ISO, deve mettere in conto di sviluppare determinate attività di controllo e monitoraggio di tutte quelle aree che sono funzionali al mantenimento della certificazione/accountability stessa.

Per esempio in ambito GDPR è necessario monitorare la messa in opera delle misure di sicurezza che sono descritte in una eventuale DPIA o dei risultati di un piano di formazione per gli addetti necessario per renderli capaci di riconoscere un Data Breach.

Le attività di sorveglianza  di sorveglianza, per essere efficaci devono avere un carattere di ricorrenza, in maniera tale che ad ogni passaggio sia possibile verificare l’implementazione dei miglioramenti provenienti dal passaggio precedente. La FREQUENZA delle sorveglianze è un dato che va concordato all’interno di ciascuna organizzazione rispetto alle sue esigenze. Per esempio ci sono casi in cui la frequenza della sorveglianza è determinata da obblighi di legge o necessità di mantenimento di certificazioni ben precise, mentre in altre circostanze può avvenire al termine di specifici progetti, come l’adeguamento al GDPR o l’implementazioe di un nuovo Firewall UTM per il miglioramento della sicurezza informatica dell’azienda.

La sorveglianza in ambito GDPR

Nel caso in cui una azienda ritenga di aver terminato o di aver raggiunto un buon punto rispetto alla compliance una sorveglianza, anche semplice può essere impostata analizzando la documentazione per poter identificare eventuali parti ancora mancanti o per determinare quanto la consapevolezza della nuova normativa è diffusa nell’organizzazione.

Per una descrizione più dettagliata di cosa intendono i DPO per sorveglianza GDPR

Un articolo sull’importanza e sul valore della sorveglianza.

 

 

Il documento digitale come indizio o prova informatica

La prova informatica.

Oggi la nostra società usa i computer e i dispositivi mobili come forma principale di comunicazione; si usa molto più la email che le lettere, ci si scambia più messaggi tramite WhatsApp e Skype che tramite SMS, tutti i documenti che scriviamo in realtà passano attraverso una applicazione di videoscrittura come Word. A pensarci bene, anche il vecchio fax altro non è che uno scanner collegato a un modem e una stampante. Purtroppo tutto ciò crea un grossissimo problema nelle aule di tribunale: i documenti informatici sono estremamente labili e difficilmente accettabili come prova informatica, o addirittura come indizio, in quanto possono essere manipolati fin troppo facilmente senza lasciare tracce.

Per questo motivo iniziano a nascere invece oggetti “immodificabili e certi” come i PDF firmati digitalmente, con data certa, le comunicazioni via PEC ecc. che garantiscono, tra le altre cose, elementi importanti come

  • la data di creazione
  • la data di firma
  • la non modifica,
  • l’esistenza in vita

e così via, aggiungendo valore legale a un oggetto che altrimenti non potrebbe in alcun modo essere utilizzato come prova informatica.

Purtroppo ad oggi questi tipi di documenti informatici non sono né diffusi né impiegati quotidianamente, lasciandoci ad affrontare una norma fatta di tantissimi oggetti privi di qualunque valore legale.

Come si può fare per ottenere una prova informatica?

Esistono metodi per certificare lo stato di un normale documento informatico in una determinata situazione nel tempo, che possono fare assurgere i documenti normalmente impiegati al valore di indizio o prova informatica; questi metodi sono riconosciuti da tutti i paesi firmatari della convenzione di Budapest del 2001, ratificata dall’Italia con la Legge 18 marzo 2008, n. 48 .

L’applicazione di queste metodologie permette ad un perito informatico infatti di presentare documenti informatici dotati di valore probatorio “adottando misure tecniche dirette ad assicurare la conservazione dei dati originali e ad impedirne l’alterazione” (art. 244, comma 2, secondo periodo, del codice di procedura penale)

Ovviamente questa metodologia di approccio diventa difficilmente attaccabile anche in campo civilistico, portando pertanto tali metodi di lavoro anche in questo secondo campo.

Giacendo l’onere di provare i fatti in capo all’attore della causa civile semmai il fatto di ottenere documenti con valore certo può diventare ancora più importante in campo civile che in quello penale.

Vuoi saperne di più? Contattaci utilizzando il form sottostante oppure iscriviti all’evento di presentazione del Software Legal Logger

Inaugurazione Nuova Sede del Gruppo Alchimie Digitali

assistenza-forense logoVia Rainusso 110 a Modena

26/06/2019 dalle 1730

 

Una nuova rete di professionisti


Oltre ad Alchimie Digitali, Netly, WEMarketing e Fabrizio Loschi  entrano a far parte del Gruppo Alchimie, un network  non-convenzionale di professionalità e competenze di alto profilo, che si presenterà quando verrà inaugurata la nuova sede in via Rainusso 110 a Modena.

A dimostrazione della non convenzionalità del network, in occasione dell’inaugurazione  della sede di una società di consulenza informatica saranno esposte alcune opere realizzate dall’artista Fabrizio Loschi e a chi si sarà registrato al link https://gruppoalchimie.it/inaugurazione/    sarà donato un multiplo di una delle opere, ottenuto tramite scansione laser dell’originale in terracotta e successiva stampa 3D.

GDPR – Come gestire le violazioni dei dati personali – Corso gratuito a Modena

Data Breach – GDPR 16/679

 

Mercoledì 5 Giugno 2019 ore 14:00 – 18:00

CORSO DI FORMAZIONE GRATUITA

Forum Monzani – Modena

Cosa occorre fare secondo il GDPR per gestire concretamente eventuali Data Breach? Come e quando comunicare col Garante? E come va gestito il registro dei Data Breach? In questo evento gratuito approfondiremo quanto previsto dal GDPR in caso di violazioni dei dati personali e gli eventuali obblighi di notifica.

In collaborazione con:

privacylab

Quando
L’evento si terrà giovedì 30 maggio dalle 14:00 alle 18:00.

A chi si rivolge
A Titolari di Imprese ed Enti Pubblici, a responsabili CED, ai DPO – Data Protection Officer, consulenti privacy, addetti alla gestione dei dati personali e chiunque voglia formarsi sul tema.

Costo
La partecipazione all’evento è gratuita previa registrazione tramite il form a questo link.

Dove
Forum Monzani a Modena

Via Aristotele, 33, 41126 Modena MO

Programma del corso

14:00 REGISTRAZIONI

  • Il Data Breach come definito dal GDPR 16/679
  • Il ruolo del Titolare e del DPO nella gestione del Data Breach
  • CED e Aree informatiche: onori ed oneri
  • I processi di smart accountability

16:15 COFFEE BREAK

  • Come si identifica un Data Breach
  • Come comportarsi in caso di Data Breach
  • Brand, Awareness, e Data Breach oltre le multe
  • Gli strumenti per gestione, workflow e prevenzione

18:00 FINE DEI LAVORI

Relatore

Andrea Chiozzi – Esperto di privacy e sicurezza dei dati, Docente ed esaminatore in ambito GDPR certificato Privacy Officer e Consulente Privacy per TÜV Italia , e DPO per Bureau Veritas e DAKKS.

 

VUOI SAPERE QUANTO COSTA L’ADEGUAMENTO GDPR?

CHIEDI UN PREVENTIVO!